Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / conosci il museo / collezioni / Fasti farnesiani / Paracamini

Paracamini

1.3828125
Paracamino

 

Lorenzo Aili (attr.)
1675 ca.
Legno scolpito e dorato, cm. 145x215
Provenienza: nell’inventario del 1691 sono registrati come collocati nella seconda anticamera dell’appartamento al piano nobile. Dopo vari passaggi di collocazione (Esposizione Universale di Parigi, locali del Municipio di Piacenza, Istituto Gazzola di Piacenza) dal 1893 furono depositati nella sala del Museo presso la Biblioteca Civica, e da qui nella collocazione attuale.

I quattro paracamini rappresentano temi mitologici (Ratto d’Europa, Zefiro e Flora, Allegoria con il Tempo, la Fama e la Giustizia e Baccanale).
La data del 1675 assegnata a questi paracamini è dovuta al fatto che in un documento del novembre di quest’anno si registra la consegna a Piacenza di un carico di “intagli dorati” per l’appartamento “nuovo” della duchessa; potrebbe quindi verosimilmente trattarsi di questi preziosi oggetti. Inizialmente attribuiti ad uno scultore “prefantoniano” attivo a Roma, poi al bergamasco Andrea Fantoni (1659-1734), oggi la critica li assegna a Lorenzo Aili (1640-1702), per una relazione tra questi paracamini e alcune sue sculture lignee parmensi, anche se la figura di questo artista non è associata a nessuna commissione da parte della famiglia Farnese. 

Contenuti correlati
Fasti Farnesiani
Share |